Cerca tra le mie ...:...ricette...:...

venerdì 14 dicembre 2012

Biscotti Reginella



Nella borsa della spesa:
1 Kg di Farina, la mia di Farro
400 g di Zucchero
400 g di Burro
2 dl. di Latte, il mio parzialmente scremato
un pizzico di Vaniglia
qualche goccia di essenza d’Arancia
4 Uova
semi di Sesamo (cimino) q.b.
un pizzico d’Ammoniaca

Nota:
La ricetta è tratta da uno dei miei libri, che si colloca di diritto in quella mia biblioteca culinaria, dal titolo: Cucinare alla Siciliana di Carmelo Sammarco. Vi riporto esattamente le dosi e il procedimento spiegato nel testo, le mie uniche varianti sono state per la scelta della farina, al farro piuttosto che di grano tenero, e per l’utilizzo di un pizzico di lievito per dolci al posto dell’ammoniaca, il resto segue come da ricetta originale!



Vi racconto il “come fare”:
Ponete dentro una ciotola capiente lo zucchero, l’essenza d’arancia, l’ammoniaca (o lievito per dolci), il burro ammorbidito e tagliato a fiocchetti e le uova, impastate con cura. Aggiungete la farina e continuate a lavorare la pasta fin quando diverrà consistente quindi lasciate l’impasto a riposo, in un luogo caldo, per 1 ora circa.
Riprendete l’impasto e dategli forma di bastoncini poco più spessi di un dito, tagliateli a tocchetti lunghi circa 5 cm. Passate i biscotti prima dentro una ciotola contenete il latte e poi nei semi di sesami fino a ricoprirli bene su tutta la superficie.
Disponete i biscotti su una placca da forno imburrata, o coperta con carta da forno, e cuocete a 180°C per 15-20 minuti.



Un pizzico di :
Una ricetta che porta in grembo il gusto di vecchi ricordi, sempre da bambina potevo trovarli in dispensa, il sapore dei “viscotta” (biscotti) dalle note agrumate presenti nel piatto dei morti o durante le festività tutte nostrane di questo periodo.
Ebbene sì, questi biscotti sono una tipica ricetta siciliana, o più precisamente palermitana (non so bene se nel resto dell’isola siano diffusi come nel capoluogo) e li adoro.
Adoro il gusto del sesamo, che noi palermitani mettiamo sul pane sempre, altrimenti non è pane che si rispetti, e adoro i biscotti secchi con un certo carattere come i reginella… seppure il mio buongustaio partenopeo non riesce ad apprezzare nel profondo, Lui che non è mica cresciuto con il profumo del sesamo che si scotta in forno e si spande per le stanze mentre le lucine di natale impazzano su note di dolcezza…