Cerca tra le mie ...:...ricette...:...

mercoledì 14 aprile 2010

Orgoglio di Torta e Pregiudizio di Patate

Foto aggiunta il 19/03/2012
Non è di certo una grande scoperta che la massima resa con il minimo sforzo rappresenta oasi felice a cui volgere gli intenti, i miei soggiogati dalla volontà di preparare la sera per ritrovare bell’e fatto l’indomani.

Torta di Patate i cui tempi di cottura consentono la rilettura, a sprazzi su parti divertenti, di un cult: Orgoglio e Pregiudizio:
"È cosa nota e universalmente riconosciuta che uno scapolo in possesso di un solido patrimonio debba essere in cerca di moglie. E benché poco sia dato sapere delle vere inclinazioni e dei proponimenti di chi per la prima volta venga a trovarsi in un ambiente sconosciuto, accade tuttavia che tale convinzione sia così saldamente radicata nelle menti dei suoi nuovi vicini da indurli a considerarlo fin da quel momento legittimo appannaggio dell'una o dell'altra delle loro figlie.”

Ho realizzato la torta rustica in vari strati usando una tortiera tonda da 26 cm di diametro.

Ingredienti:
3 Patate di media grandezza per ogni strato desiderato
Pesto al basilico q.b. - se si ha voglia e tempo, preferibilmente fatto in casa
Besciamella q.b. – vedi sopra sul tempo e la voglia di realizzazione casalinga (ricetta base)
100 gr. di Salame – io ho usato l’ungherese
150 gr. di Prosciutto cotto (mai e poi mai usare il taglio “spalla” anche se nel cucinato!)
150 gr. di Primo sale a fettine – o altro formaggio gustoso, tipo asiago o pecorino al pepe nero
6 filetti d’acciuga
Pan grattato q.b.
Olio d’oliva q.b.
Pepe q.b.

Procedimento:
Se si desidera prepararli in casa, la prima fase sarà dedicata alla realizzazione della besciamella e del pesto al basilico, io ne ho usato uno acquistato in commercio che al posto dei pinoli conteneva un trito di mandorle dal gusto ricercato e davvero gradevole.
Procedere con la pelatura delle patate che andranno poi tagliate a fettine spesse circa ½ centimetro. Alla base della teglia da forno spalmare un velo di besciamella (se non la si ama tanto si può benissimo non utilizzarla, in questo caso alla base andrà un filo d’olio d’oliva e una spolveratura di pan grattato), quindi iniziare a foderare con il primo strato di patate, su queste spennellare il pesto; secondo strato di patate, stese in modo compatto, e su queste le fettine di salame spezzetate grossolanamente e fiocchetti di besciamella qui e lì sparsi in modo casuale; terzo strato di patate e su queste le fettine di formaggio primo sale spezzetate grossolanamente e fiocchetti di besciamella sparsi in modo casuale; quarto strato di patate e su queste le fette di prosciutto cotto ed ancora besciamella. Per chiudere la torta salata, che proprio per il tipo di alimenti già bel conditi non abbisogna di aggiunta ulteriore di sale, bisogna stratificare ancora un giro di patate, questa volta lievemente sovrapposte per essere certi di coprire bene gli strati sottostanti, che andranno guarnite con i filetti d’acciuga, il pan grattato cosparso su l’intera superficie, se si desidera anche del pepe magari appena macinato – io ho usato dei grani di pepe verde - e per finire un filo d’olio d’oliva a girare. Infornare in forno preriscaldato a 150°C, aumentare la temperatura del forno a 175/180°C e lasciar cuocere per 40 minuti. Servire preferibilmente tiepida, io la lascio intiepidire nel forno spento così da permettere alle patate di ammansirsi ancora un po’.