mercoledì 8 maggio 2013

Idee in cucina: basi Pizza precotte e surgelate


Nella borsa della spesa:
400 g di Farina bianca + il necessario per la spianatoia
100 g di Farina Manitoba
7 g di Lievito di birra disidratato
1 cucchiaino di Zucchero
350 ml di Acqua tiepida
½ cucchiaio raso di Sale
2 cucchiai di Olio d’oliva

Condimenti:
300 g di Salsa di pomodoro
Olio, Sale e Pepe q.b.
Condimenti a piacere, es.: Mozzarella e Prosciutto cotto; Mozzarella, Tonno e Origano…

Nota:
L’idea in cucina stà nel congelare la base precotta della pizza, esattamente come quelle basi pizza vendute in commercio, per poterla avere pronta all’uso in un momento qualsiasi senza l’impiccio dell’impastare. Il risultato di una base pizza precotta homemade è decisamente superiore, sia per gusto che per scelta degli ingredienti, a quelle commercializzate, ma la praticità è analoga.






Vi racconto il “come fare”:
Sulla spianatoia, o dentro una capiente ciotola, miscelate le farine al sale. In una tazza contenente l’acqua tiepida, aggiungete il lievito e lo zucchero, amalgamate e lasciate riposare per qualche minuto così da permettere al lievito di riattivarsi. Raccogliete le farine miste al sale a formare un cumulo, praticate il classico “buco” o fontanella al centro e versatevi poco per volta il contenuto della tazza e i due cucchiai di olio.
Lavorate l’impasto fino a completo assorbimento dei liquidi, aiutatevi, se dovesse servire, con altra farina distribuita sulla spianatoia. Lavorate bene e lungo l’impasto da pizza, fin quando la pasta risulterà elastica e asciutta, quindi formate una palla su cui praticherete un taglio a croce che vi aiuterà a tenere sotto controllo lo stato di lievitazione. Cospargete l’impasto così modellato con della farina e coprite con un canovaccio quindi lasciate lievitare per circa 2 ore; durante la lievitazione l’impasto deve almeno raddoppiare di volume.
Trascorso il tempo di lievitazione, preriscaldate il forno alla massima temperatura, almeno 200°C, intanto iniziate a stendere le vostre basi per la pizza: con le quantità di farine indicate riuscirete ad ottenere 4 pizze di media grandezza. Suddividete quindi l’impasto in quattro parti e stendete ogni parte, aiutandovi con un mattarello e cospargendo la spianatoia di farina, fino ad ottenere dei dischi sottili e uniformi.
Ungete la placca da forno, o se preferite foderatela con carta da forno, disponete sulla placca due basi pizza per volta, condite ogni base pizza con due o tre cucchiai di salsa di pomodoro, sale, pepe e un filo d’olio. Infornate le basi pizza in forno ben caldo e cuocete per circa 10 minuti.



Avrete così ottenuto le vostre basi precotte, lasciatele raffreddare e adesso potete procedere in due modi:
- potete avvolgere ogni singola base, ormai fredda, in un foglio di pellicola trasparente e poi posizionare in congelatore fino al momento in cui vi servirà utilizzarla;
- potete condire ogni singola base pizza, ormai fredda, con condimenti di vostro gusto (come mozzarella e prosciutto cotto o mozzarella, tonno e origano) e solo a questo punto avvolgere la base pizza condite in un foglio di pellicola trasparente per poi posizionare in congelatore fino al momento in cui vi servirà utilizzarla.



In entrambi i casi, al momento di mangiare la vostra pizza, accendete il forno a 180°C, tirate fuori dal freezer una o più basi pizza, dipende da quante ve ne occorreranno, condite a vostro piacere nel caso di basi congelate senza condimento, se la base è già condita chiaramente non servirà aggiungere altro, e procedete infornando (da congelate!!) in forno già ben caldo  e cuocendo per 10-15 minuti.
 


Un pizzico di :
L’idea mi è venuta proprio osservando le basi pizza congelate che vendono praticamente in tutti I supermercati… mi son detta, perchè non prepararmele a casa? È stata una trovata geniale; la fatica si compie una sola volta, la cucina si “impolvera” di farina una volta sola e in quella volta in cui decido di far la pizza a cena ne impasto sempre una o due dosi in più, poi, se ho del condimento extra, preparo delle basi precotte complete, viceversa solo le basi “nude” e via in freezer.
La volta successiva, in cui decidiamo di mangiare pizza, bastano appena 15 minuti per mettere in tavola. Devo dire che il gusto non ci perde per nulla, secondo me e la mia esperienza, è tutto di guadagnato anche se… l’intoppo, se così si può dire, c’è: con le basi pizza in freezer, la tentazione è davvero continua e il desiderio di mangiare pizza non si argina a poche volte al mese, ma al bis (tris…) settimanale