venerdì 28 gennaio 2011

I pizzoccheri al forno


Una variante tutta sicula per una specialità valtellinese che mi rimase nel cuore già in tenera, si fa per dire, età.
Avevo circa sedici anni e la mia insegnante di lettere leggeva in classe per noi con una voce così deliziosa: riusciva a mettere l’accento sul racconto, a far cogliere le sfumature, appassionare, piangere e ridere seguendo le pieghe delle parole, ed è solo grazie a lei che la mia libreria (e tutte le stanze della casa) straripa di tomi e la voglia di imparare, leggere, assaporare, non m’abbandona mai.
Mai prof., e chiedo scusa per tutte le volte in cui, essendo impreparata, imprecavo alle tue spalle (da brava studentessa uniformata all’uniforme del somaro) pentendomi poi… perché mi dimostravi affetto e mi spronavi a fare meglio.
L’ultimo ricordo che ho di lei risale all’estate del 1996, evento in cui invitò tutta la mia classe nella sua casetta al mare, a Terrasini. Ci preparò i pizzoccheri ed io li amai.
Morì tre mesi dopo per quel male fulminante e mi scuso se donerò tristezza nel raccontarlo, ma avevo una grande voglia di pensare a Lei.
Ciao prof. questo piatto lo mangio brindando a te.

Ingredienti:
500 g di Pizzoccheri
1 kg di Biete
500 g di Patate
150 g di Burro
200 g di Parmigiano a cubetti
50 g di Caciocavallo grattugiato
1 filo d’Olio evo
1 spicchio d’Aglio
Salvia



Esecuzione:
Pulire le biete, mondare le patate e tagliarle a cubetti. Porre sul fuoco una capiente pentola piena d’acqua e attendere che arrivi a bollore: versare nell’acqua bollente le verdure, salare e far cuocere 10 minuti.
Intanto far fondere il burro in una padella antiaderente, appena sarà sciolto saltarvi dentro lo spicchio d’aglio e la salvia. Appena l’aglio sarà dorato, spegnere e tenere da parte.
Trascorsi i 10 minuti, versare nella pentola con le verdure i pizzoccheri e cuocere ancora 5 minuti. Spegnere il fuoco e scolare il tutto.
In una teglia montare la preparazione come segue: sul fondo un filo d’olio, uno strato di pizzoccheri e verdure, un secondo strato dei due formaggi, irrorare il tutto con il burro alla salvia. Ricominciare il giro degli ingredienti fino ad esaurimento. Terminare con una manciata di caciocavallo grattugiato e infornare il tutto a 180°C, forno statico, per 15 minuti. Servire caldo.