martedì 25 gennaio 2011

Riso basmati al curry

E' uno dei gusti più originali che ho provato in questi ultimi tempi, persino il buongustaio ne è rimasto estasiato mormorando mugugni di soddisfazione ad ogni boccone. Altro che soffio di oriente in cucina, una vera brezza marina e vele spiegate al vento della novità: ve lo consiglio, mi ha stupito per la sua semplicità e il profumo alle note d'India per quel curry che non si scorda, che scalda, pizzicando, le labbra. La rivista, ormai datata, da cui ho preso spunto consigliava la variante con i pinoli al posto delle mandorle tostate così io ve la propongo anche se non ho ancora personalmente provato.

Ingredienti:
250 g di Riso basmati
2 Carote
150 g di Uva sultanina
150 g di Mandorle a scaglie
1 bicchiere di Latte intero
1 cucchiaio di Curry in polvere
4 cucchiai di Olio evo
Sale e Pepe q.b.

Esecuzione:
Versare l'uva sultanina in una ciotola e coprirla con acqua tiepida, lasciare in ammollo fino al momento di usarla.
Lavare e sgocciolare le carote quindi tagliarle, nel senso della lunghezza, a bastoncini sottili. In una capiente padella scaldare l'olio evo quindi unire le carote, mescolare e cuocere a fuoco medio per 6 minuti aggiungendo un mestolino d'acqua a metà cottura.
Intanto scaldare un padellino e e tostare le fettine di mandorla, facendo attenzione a non bruciarle, si cuoceranno in circa due minuti.
Scolare l'uva sultanina e unirla ai bastoncini di carota rosolati, unire anche i filetti di mandorla tostati e amalgamare il tutto.
Portare ad ebollizione abbondante acqua, salare e cuocervi il riso basmati al dente. In un po' di acqua di cottura del riso, prelevata con un mestolino, sciogliere il curry. Scolare il riso, versarlo nella padella con gli altri ingredienti e aggiungere il curry sciolto nella scodellina con l'acqua di cottura.
A fiamma moderata girare il tutto e amalgamare i vari gusti quindi aggiungere il latte: il riso assumerà un deciso colore giallo scuro e risulterà perfettamente mantecato. Spegnere la fiamma e servire subito.