martedì 24 gennaio 2012

Soupe à l'oignon ovvero zuppa di cipolle


Nella borsa della spesa:
650 g di Cipolle bionde
6 - 7 mestoli di Brodo di carne (nel mio caso brodo vegetale)
30 g di Burro
60 g di Emmental (o altro formaggio a pasta filante)
1 cucchiaio raso di Farina bianca (tipo 00)
1 pezzo di Pane raffermo da affettare (nel mio caso un filoncino, parigino)
2 cucchiai circa di Olio evo
1 pizzico di Zucchero
Sale, Pepe e Noce moscata
Vino bianco per sfumare



Vi racconto il “come fare”:
La prima cosa da fare sarà preparare il vostro brodo di carne, può andar bene anche un brodo vegetale se preferite, da tenere in caldo.
Mondate le cipolle e affettatele o con l’ausilio di un robot o al coltello, in ogni caso le fette dovranno essere il più sottili possibile. Ponete una pentola sul fuoco e lasciate fondere il burro insieme ad un cucchiaio d’olio evo quindi trasferite in pentola le fettine di cipolla e abbassate la fiamma in modo da stufare le cipolle, evitando che si dorino o scottino troppo. Cuocere per una decina di minuti, fin quando le cipolle rimanderanno un po’ del loro liquido, continuando a mescolare, quindi aggiungere un pizzico di zucchero, sfumate con del vino bianco ed infine unite la farina setacciata. Amalgamate bene il tutto sempre mescolando con un cucchiaio di legno. Appena il vino sarà evaporato, bagnate le cipolle con un mestolo di brodo ben caldo e mescolate bene. Continuate a cuocere a fuoco dolce per almeno mezz’ora, in modo da rendere le cipolle una crema, aggiungendo di tanto in tanto un mestolo di brodo caldo. A cottura quasi ultimata aggiungete la noce moscata per profumare, salate e pepate a piacimento. Ultimate la cottura quindi se preferite una zuppa ancora più cremosa, passate al mixer una pare di zuppa e miscelatela alla parte restante.
Accendete il forno a 220°, appena questo sarà caldo, affettate il pane e ponetelo sulla placca da forno, irroratelo con un filino d’olio evo e lasciatelo tostare, scottandolo da entrambe le parti. Intanto grattugiate il formaggio e preparate delle terrine da forno.
Montate la preparazione come segue: disponete la zuppa al fondo della terrina, su questa le fette di pane tostato, un velo di formaggio emmental grattugiato e per ultimo un filo d’olio evo. Passate le terrine in forno a gratinare e servite la soupe à l'oignon ben calda.



Un pizzico di :
Questo piatto nasce in Francia seguendo la necessità del mettere in tavola ciò che si ha a disposizione. Nell’orto le cipolle non mancano e i contadini, poveri ma con una grande inventiva, tornando dai campi potevano assaporare questa delizia bollente e rinfrancante. Pur essendo un piatto di estrazione popolare, oggi è sempre presente in tutti i menu dei più raffinati ristoranti parigini.
In casa marzapane nasce seguendo due motivazioni, il nostro amore per le cipolle e la necessità di smaltirne una buona quantità. Ne avevo comperate troppe di più di quelle utili a preparare il mio sfincione, così quelle belle cipolle meritavano di essere trasformate in qualcosa di nuovo, nuovo almeno per i nostri palati. Ho pensato di farne una zuppa – un po’ seguendo la tradizione francese, un po’ seguendo il mio istinto nell'aggiungere ad esempio la noce moscata – e ci siamo decisamente leccati i baffi con piacere. La rifarò di certo e vi consiglio di provarla almeno una volta nella vita!

...questa ricetta ha partecipato ad un contest per saperne di più clicca QUI