domenica 1 gennaio 2012

La carica dei 101

Sei come un genitore, pronto a cullare, rimproverare, ricco di tenerezze… di carezze, aspro e duro talvolta, imprevedibile. Anno,che passi scorrendo sulle nostre esistenze affannate, sognate, respirate e raccontate a fior di labbra; Anno, che non lasci tracce evidenti, solo fili di memoria, che ogni Capodanno ti spegni e lasci spazio al nuovo.
Ti conservo, archiviato bene nei meandri dello spazio, mettendoti via come si fa con un capo ormai logoro a cui siamo affezionati, come si fa con il diario ormai consunto e pieno di parole.

Tiziana, nella sua vita vera, ti ricorderà per tutte le belle nuove, ma anche per le brutte, per i sospiri d’amore, e ti rammenterà per tutti gli insegnamenti impartiti tra le lacrime: non si può cavare dagli altri ciò che desideriamo, possiamo solo accettare ciò che ci viene offerto, anche quando non è molto.

Questa Pecorella invece, nella sua vita virtuale, ti ricorderà tra i profumi di una cucina al marzapane.

A te, Anno Vecchio, offro frammenti di ciò che è stato… in 101 post alla carica
e in arrembaggio d’emozioni

(...morsi d'assaggio )

Gennaio 2011 insieme
Febbraio 2011 insieme
Marzo 2011 insieme
Aprile 2011 insieme
Maggio 2011 insieme
Giugno 2011 insieme
Estate 2011 insieme
Autunno 2011 insieme
Dicembre 2011 insieme

A te, Anno Nuovo, un pensiero: sì buono e sereno con tutti!

Auguri,
PdM e il buongustaio (MdM)