lunedì 28 ottobre 2013

Carpaccio di Zucca, cruditè di stagione


Nella borsa della spesa:
Zucca fiaschetto
Succo di Limone
Olio evo, il mio al peperoncino
Miele bio, il mio è Rigoni di Asiago
Sale
Aglio
Aromi a piacere (es. menta fresca, rosmarino, etc…)
Curry



Vi racconto il “come fare”:
Pulite e mondate la vostra zucca, io ho utilizzato un bel quarto di zucca tipo fiaschetto. Affettatela il più finemente possibile, per farlo ho utilizzato il “pelapatate” tagliando fettine sottilissime di zucca, come leggere sfoglie.
Preparate la marinatura miscelando - non indico le dosi perchè in questo genere di alimenti conta molto il gusto personale, quindi andate a sentimento - succo di limone con olio al peperoncino, un pizzico di curry, sale a vostro gusto e (per il tocco agrodolce) un cucchiaino di buon miele. Mescolate bene in modo da far emulsionare perfettamente il limone e l’olio.



Immergete le fettine di zucca nella marinatura, fate in modo che siano ben coperte dal succo, quindi condite ancora con pezzettini di aglio – tagliandoli a fettine non troppo piccole, li potrete eliminare prima di servire il carpaccio, lasciando solo il gusto – e aromi quali, ad esempio, menta fresca o un rametto di rosmarino.
Lasciate marinare per un giorno intero in frigorifero, girando di tanto in tanto le vostre fettine di zucca. Prima di servire, allontanate i pezzetti d’aglio e gli aromi che avete utilizzato.

 
Un pizzico di :
Ottobre è il mese delle zucche, si avvicina il giorno in cui chiedere “dolcetto o scherzetto” non è reato (anche se le nostre tradizioni sono ben altre!) e l’idea di portare in tavola questo ortaggio, in mille modi, dal dolce al salato, è un valido spunto per assaporare – in questo caso - cruditè di stagione.
Abbiamo provato la zucca marinata, per la prima volta, a Castelbuono; il Buongustaio ne rimase stupito, piacevolmente, dato che la zucca non è tra i suoi piatti prefetiti. Io, ad esempio, amo molto mangiarla in agrodolce e, più o meno, in tutte le sue varianti, ma il buongustaio no, lui discrimina tra una preparazione e l’altra. Un po’ come con le carote, sono riuscita a fargliele apprezzare con quella crema… mentre la zucca, adesso posso dire che la mangia volentieri in almeno due modi: in risotto e in marinatura