Cerca tra le mie ...:...ricette...:...

giovedì 10 ottobre 2013

Omelette in roll


Nella borsa della spesa:
3 Uova
3 cucchiai di Parmigiano grattugiato
150 g di Formaggio Quark alle erbe
3 fette di Prosciutto cotto
Olio evo, Sale e Pepe q.b.



Vi racconto il “come fare”:
Per realizzare le mie Omelette in roll dovrete per prima cosa preriscaldare il forno a 180°C, fatto questo iniziate a preparare l’omelette. Aprire le uova dentro una ciotola, battetele energicamente (con una forchetta o una frusta) e aggiungete il parmigiano, mescolate bene e, se desiderate, aggiustate di sale e pepe (io ho evitato di aggiungere sale, basta il parmigiano a dare sapidità). Ungete con un filo d’olio una teglia antiaderente e versatevi dentro il battuto di uova e parmigiano. Portate la teglia in forno già caldo e cuocete per 15-20 minuti.



Una volta pronta la vostra omelette al forno, attendete che si raffreddi prima di farcire ma nel frattempo avvolgetela a rotolo, così da darle già la giusta forma.
Appena la frittata al forno si sarà raffreddata, distendetela sul piano da lavoro e trasferite il formaggio Quark dentro un sacca da pasticcere – io ne ho utilizzata una “usa e getta” alla quale ho tagliato la punta quel tanto che mi bastava a far fuoriuscire il formaggio – e con un bocchettone tondo, semplice e non troppo largo, distribuite il formaggio su tutta la superficie dell’omelette. Disponetevi sopra le fette di prosciutto cotto quindi arrotolate saldamente. Tagliate a fette – a roll – la vostra omelette farcita e ponete in frigorifero a rassodare fino al momento di servire.



Un pizzico di :
Un pizzico di brio alla tavola talvolta serve, in particolar modo quando si attendono dei cari amici a cena. L’ultima volta in cui pecorella e il buongustaio hanno avuto ospiti, le omelette in roll facevano parte della piccola schiera di antipasti. Era la prima volta che realizzavo delle “girelline di frittata”, sono venute gustosissime e la cottura in forno mi ha permesso di non abbondare con l’uso di olio, contenendo così grassi e calorie. Aver messo il quark con la sacca da pasticcere, a far da farcitura, mi ha regalato un ripieno cremosissimo e abbondante, l’unica variante che adotterò – e che mi sento di consigliarvi - la prossima volta che le farò, sarà quella di farmi affettare il prosciutto in fette un tantino più spesse, per riuscire a “sentirlo” di più tra tanta cremosità alle erbe! Ad ogni modo, spero vi piaccianoe vi ispirino