venerdì 31 gennaio 2014

Cosciotto di tacchino stufato


Nella borsa della spesa:
1 Fusillo di Tacchino, peso circa 800 g
3 Zucchine
1 Porro
6 Pomodorini
1 cucchiaino di Curry in pasta
Olio evo
Sale e Pepe q.b.



Vi racconto il “come fare”:
Pulite e sminuzzate le zucchine, riducendole a piccoli cubetti, mettetele da parte. Pulite i pomodorini e tagliateli a metà, unendoli poi ai cubetti di zucchine. Per la cottura, lasciate il fusillo di tacchino con la sua pelle, darà più gusto allo stufato, e spruzzatelo di sale e pepe e lasciate anche questo da parte. Intanto, pulite, mondate (dalle parti più dure) e affettate il porro, trasferitelo in un tegame, aggiungete un generoso filo d’olio e fatelo dorare. Aggiungete in tegame il fusillo di tacchino, fatelo rosolare bene, girandolo di tanto in tanto, poi aggiungete gli ortaggi precedentemente sminuzzati e mescolate. Regolate di sale e pepe, aggiungete il curry ed un bicchiere d’acqua. Coprite e fate cuocere lentamente, girando di tanto in tanto il tacchino, per 45 minuti almeno.



Durante la cottura, assicuratevi che il fondo non si asciughi troppo, casomai aggiungete ancora piccole quantità d’acqua e di tanto in tanto, pizzicate la carne con i rebbi di una forchetta.
A cottura quasi ultimata, recuperate parte del fondo di cottura (le parti grossolane residue) e omogeneizzate con un mixer. A questo punto, recuperate il fusillo di tacchino, privatelo della pelle e riducetelo in bocconcini; riportate i bocconcini in tegame e terminate di cuocerli facendoli andare ancora per 10-15 minuti.
Servite lo stufato utilizzando come base, ed accompagnamento, la crema ottenuta passando al mixer zucchine, pomodorini e porro.



Un pizzico di :
Le carni che profumano di curry, sono tra quelle che preferisco. Amo davvero la cucina nord Africana, ho provato la Tunisina, l’Egiziana, la Marocchina (tutte sul posto!), amo i profumi delle spezie che riescono ad esaltare anche i sapori meno nobili, come la carne di tacchino che, a differenza di quella di pollo, è molto “forte” nel suo essere decisamente più “ruspante”.
Ho preparato tante volte i bocconcini di tacchino e recentemente ho provato e apprezzato anche l’ossobuco dello stesso, mentre nella ricetta che vi presento è un fusillo intero a far da protagonista: l’ho ridotto in bocconcini solo da cotto, questo mi ha permesso di ottenere un piatto gustoso e una carne molto morbida, umida e saporita

Per Secondi di Carne...