lunedì 3 marzo 2014

Pagnotta con formaggio e cipolle

Pane inglese, perfetto per accompagnare insalate, affettati o zuppe

 


Nella borsa della spesa:
1 Cipolla
2 cucchiai di Olio evo
450 g di Farina bianca
6 g di Lievito di birra in polvere
1 cucchiaino di Senape in polvere
150 g di Provola semi-staggionata
50 g di Parmigiano grattuggiato
150 ml di Latte
150 ml di Acqua
Sale e Pepe nero q.b.


Nota:
Si tratta di una ricetta tratta dal libro “Il pane fatto in casa” ed DIX, appartenente alla mia Biblioteca culinaria. Alla ricetta originale ho apportato una modifica per me necessaria, non potendo reperire facilmente il formaggio inglese Cheddar (indicato nel libro) ho farcito il mio pane con provola semi-staggionata e parmigiano; altra differenza con il testo è che ho preferito soffriggere la cipolla con olio evo, mentre in ricetta è indicato il burro; infine ho preferito cuocere il mio pane in una teglia tonda, dando una forma “a danubio”, piuttosto che nello stampo da plumcake.


Vi racconto il “come fare”:
Affettate finemente la cipolla e soffriggetela il padella con l’olio evo (in ricetta è indicato l’utilizzo di 25 g/2 cucchiai di burro al posto dell’olio da me usato), fatela soffriggere fino a doratura, quindi spegnete la fiamma e lasciate raffreddare.
Setacciate la farina in una terrina capiente e aggiungete il lievito, la senape, un pizzico di sale (circa un cucchiaino da caffè) e del pepe appena macinato. Aggiungete la provola grattugiata e la cipolla soffritta ormai fredda. Versate poco per volta il latte e l’acqua e impastate fino ad ottenere un impasto morbido. Trasferite l’impasto su una spianatoia infarinata e impastate ancora, energicamente, per dieci minuti, fin quando l’impasto non risulterà omogeneo ed elastico.
Mettete l’impasto in una terrina leggermente unta e copritelo con carta oleata o con pellicola e lasciate lievitare fino al raddoppio, servirà circa 1 ora. Trascorso il tempo di lievitazione, ungete uno stampo da plumcake o, come nel mio caso, una teglia da 22 cm di diametro. Ricavate dall’impasto 20 palline da disporre una accanto all’altra nella teglia. Fate nuovamente a lievitare fino al raddoppio, ancora 45-60 minuti, coprendo la teglia con carta oleata o con un telo.
Preriscaldate il forno a 190°C ed intanto ungete con dell’olio (la ricetta riporta burro) tutta la superficie dell’impasto e cospargete con il parmigiano grattugiato. Infornate in forno ben caldo e cuocete per circa 30-40 minuti o fin quando la pagnotta non diventerà ben dorata in superficie.



Se possedete il bimby
potete procedere all’impasto come segue:
Versate nel boccale il latte e l’acqua, aggiungete il lievito e scaldate per 2 min. a 37°C vel. 1.
Aggiungete la farina, la senape, un pizzico di sale, una grattata di pepe nero, la provola grattugiata e la cipolla preventivamente soffritta e ormai fredda. Impastate per 4 min. vel. Spiga.
Recuperate l’impasto e procedete come da ricetta sopra descritta, sia per i tempi di lievitazione, che per la preparazione del pane e la successiva cottura.



Un pizzico di :
È certamente noto ai più, a coloro i quali ormai miseguono da un po’, che amo fare il pane… mi piace il profumo che aleggia per casa, quando lo impasto, e mi piace la consistenza di un pane “vero”, non aiutato nella lievitazione da “miglioratori” chimici. Non vado quasi mai al panificio, la produzione è quasi esclusivamente homemade e per tale ragione leggo sempre di ricette nuove, su riviste, siti, libri. Quando ho visto questo libro, “Il pane fatto in casa”, me ne sono invaghita e l'ho comprato; ho sfogliato tante volte le sue pagine e finalmente ho cominciato a provare le ricette, ricette di pani tipici di altri paesi. Per oggi vi lascio (in scatti e racconti) un pane d’origine inglese, ma frulla già nella testolina di questa pecorella la prossima ricetta che sarà…?
Lo scoprirete su questo “canale” alla prossima puntata dedicata :)


Per il Pane homemade...