mercoledì 1 giugno 2011

Biglie dolci: le Nocciole caramellate


Molte feste siciliane sono caratterizzata della presenza di festoni per le strade della città, di bancarelle ricche di dolciumi, di “semenzari” con i loro carrettini colmi di lupini, calia e semenza (semi di girasole essiccati e salati), noccioline e cruzzitelli (castagne secche).
Mi ricordo che da bambina guardavo con aria stranita le grosse mele rosse, caramellate, attaccate a bastoncini tra le mani di atri bimbi. Osservavo con interesse i movimenti svelti dei venditori che avvolgevano zucchero filato con maestria creando nuvole cariche di dolcezze, ma ciò a cui più ambivo erano le noccioline caramellate, le nocciole pralinate, il torrone siciliano fatto di nocciole, di mandorle o di sesamo. E poi il gelato di campagna, delle vere e proprie fette di zucchero colorate!


Provare a caramellare le nocciole in casa è stato un tuffo in quelle feste di quartiere che si vivono in allegria, spensieratezza, che si gustano camminando per le strade intenti ad osservare la città agghindata e depurata da traffico, clacson, stress… eppure ricca di un vociare antico, in nenie mai dimenticate.

Ho servito le mie nocciole caramellate dentro appositi bicchierini conici e con questa semplice ricetta partecipo alla raccolta di Atmosfera Italiana, un gioco sui Finger Food.

La base su cui ho sistemato i bicchierini ricchi di nocciole caramellate, è il bellissimo tagliere della linea Montefeltro di Laboratorio Pesaro.

Nella borsa della spesa:
150 g di Nocciole tostate
100 g di Zucchero

Vi racconto il “come fare”:
Ponete sul fuoco un tegamino, preferibilmente con fondo antiaderente, con dentro lo zucchero e 2 cucchiai di acqua. Iniziate a scaldare, mescolando con un cucchiaio di legno, fin quando tutto lo zucchero si sarà sciolto. Versate nel tegamino le nocciole (già tostate, quindi prive della pellicola esterna) e iniziate a girare in modo da bagnarle bene con lo sciroppo di zucchero. Continuate a tenere il tegamino sul fuoco, a fiamma moderata, mescolando. Ad un certo punto lo zucchero si cristallizzerà sulle nocciole, iniziate dunque a girare con più vigore e mantenete sul fuoco. Dopo un paio di minuti lo zucchero si scioglierà di nuovo assumendo un colore vagamente ambrato. A questo punto stendete un foglio di carta oleata, o semplice carta da forno, su una superficie piana e versatevi sopra le vostre nocciole. Separatele bene le une dalle altre e attendete che si raffreddino completamente prima di toccarle.
Con la stessa tecnica potete caramellare anche altra frutta secca: arachidi, mandorle. E poi utilizzare questa preparazione per guarnire dolci, creme e gelati.

...questa ricetta ha partecipato ad un contest per saperne di più clicca QUI