Cerca tra le mie ...:...ricette...:...

martedì 27 luglio 2010

Risotto al cantalupo

Un melone retato, o “reticolato” come carinamente lo chiama il buongustaio, a cantare nel frigo per ammazzar la solitudine che in questi giorni avvince gli scaffali della mia dispensa. Giorni di caldo e malavoglia, i fornelli non mi fanno sentire il loro richiamo e l’unico desiderio è quello di proiettarmi alle tanto agognate vacanze che quest’anno di vera canicola tarderanno a farsi gustare.
Andrò in ferie solo per fine agosto e fino ad allora capisco che non è affatto positivo continuare ad alimentarmi con gelati, insalate e roba fredda così qualche sera fa ho acciuffato quel melone retato, o cantalupo che dir si voglia, ed ho sperimentato dando vita ad un risotto molto particolare e dal gusto delicato.

Ingredienti:
200 gr. di Cantalupo
200 gr. di Riso carnaroli
1 Cipollotto
Vino bianco per sfumare
1 noce di Burro
2 cucchiai di Parmigiano grattugiato
100 gr. di Prosciutto crudo
Olio evo, Sale e Pepe q.b.

Per il brodo:
La buccia del Cantalupo
1 Cipolla
3 Pomodori maturi
Sale, Pepe, Curry


Procedimento:
Privare il cantalupo della buccia e dei semi, ridurlo a quadretti e tenerlo da parte. In una casseruola versare la buccia del melone ridotta a pezzetti grossolani, una cipolla sminuzzata, alcuni pomodori maturi tagliati a pezzetti, circa 1 litro di acqua, un pizzico di curry, salare e pepare a piacimento quindi portare sul fuoco e attendere che vada in ebollizione. Questo sarà il brodo con cui annaffieremo il risotto, andrà dunque filtrato magari con l’ausilio di una schiumarola.
In una seconda pentola passare il cipollotto sminuzzato e un giro d’olio evo, porre sul fuoco e attendere che la cipolla inizi a soffriggere e a dorarsi quindi aggiungere il riso e lasciarlo tostare alcuni minuti. Sfumare con circa mezzo bicchiere di vino bianco, attendere che il vino evapori poi iniziare a bagnare il risotto con il brodo bollente. A metà cottura controllare il livello di sapidità e se necessario regolare di sale e di pepe il risotto poi aggiungere in pentola il cantalupo a dadini che avremo fino a quel momento tenuto da parte. Terminare la cottura, aggiungendo di tanto in tanto il brodo, il risotto potrà essere mantecato con una noce di burro e il parmigiano grattugiato. Spegnere il fuoco e lasciar riposare un paio di minuti quindi servire su un letto di prosciutto crudo.