Cerca tra le mie ...:...ricette...:...

lunedì 28 marzo 2011

Torta alle mandorle di Santiago e tea a merenda


Il lunedì pomeriggio il rituale m’attende, la pace si assapora in penombra come la voglia di stare a casa mia… senza frenesia, senza la corsa delle mille cose da fare, diviene piacevole appuntamento e tra le bustine di twinings le mie dita scorrono il gusto. Oggi mi conducono ad un ricordo, un regalino, un cammino. Avete mai sentito parlare del cammino di Santiago? Chi è pellegrino nell’animo conoscerà la storia. Ormai la valenza religiosa di quel cammino si è un po’ persa ed esistono vari motivi che spingono i sognatori a volersi avventurare per quella terra solcando passi d'altri… il mio? Vorrei percorrere strade terrene per avvicinarmi all’ultraterreno: la bellezza del mondo, la pace interiore, un bel tramonto, la sensazione di essere vera respirando molecole d'aria che, prima che in me, in altri polmoni hanno fatto capanna.
Sapere che Noi siamo, al di là del nucleare e della violenza... riflessioni scoordinate mentre assaporo il gusto del tea, oggi è il pu-erh tea, un tea rosso che sembra abbia capacità digestive: mi piace!


La torta che vi presento in accostamento, in qualche modo narra di quel cammino anche nel nome: torta alle mandorle di Santiago. È una torta che vanta un paio di secoli di storia ed è semplicissima, fatta con uova, mandorle, zucchero e cannella non contiene farine dunque è anche (naturalmente) gluten free.
Una torta che narra la Spagna, apre una finestra sulla regione della Galizia e mi permette di passeggiare immersa in quel paesaggio anche se solo con la fantasia. Non sono mai stata in Spagna, bere il tea nella tazza che vedete e mangiare una fetta di questa torta però mi regala l’illusione. La tazza proviene da Saragoza, il regalino a cui facevo accenno, e per il quale ringrazio Totò, e in particolare da un negozio che si chiama Sala da tè di Zaragoza.

Buon pomeriggio, buon inizio settimana e buon tea a merenda a tutti voi!

Ingredienti per la Torta alle mandorle:
250 g si Mandorle spellate (per chi non ha il Bimby, mandorle tritate)
250 g di Zucchero (per chi non ha il Bimby, zucchero a velo)
scorza di 1 Limone biologico
1 pizzico di Cannella
4 Uova intere

Nota: questa volta mi sono persa nel lusso di preparare la torta utilizzando il Bimby, anche se chi mi conosce sa che amo molto di più “sporcarmi le mani”. Sono certa che saprete riadattarla anche alla preparazione senza il meraviglioso elettrodomestico... ne vale la pena!

Nota all'etichetta: Ricette Senza - Ricetta senza Glutine, Latte e Latticini e senza Lievito


Vi racconto il “come fare”:
Preriscaldare il forno a 180°C. Mettere nel boccale le mandorle e tritare 15 sec. Vel. 5 quindi trasferite in una terrina e tenetele da parte.
Mettere nel boccale lo zucchero e polverizzare 15 sec. Vel. 10.
Togliere tre cucchiai di zucchero a velo e metterli da parte, lo zucchero restante permane nel boccale dove metteremo la scorza di limone, polverizzare 15 sec. Vel. 10.
Unire le uova e mescolare 2 min. Vel. 4.
Aggiungere le mandorle e mescolare 5 sec. Vel. 3.
Versare il composto in una tortiera apribile da 24 cm di diametro e cuocere in forno caldo per 25-30 minuti. Lasciar raffreddare e poi trasferire la torta dalla teglia al piatto da portata e decorare con lo zucchero a velo che avremo tenuto da parte.

...questa ricetta ha partecipato ad un contest per saperne di più clicca QUI