Cerca tra le mie ...:...ricette...:...

domenica 17 aprile 2011

Pupi con l'uovo


I pupi con l'uovo sono una tradizione che si rinnova, da quando ero piccola e nel rinverdire quello spirito di innocenza, pace, amore e voglia di festa.
Ricordo che da nonna Mimma si preparavano pochi giorni prima della Domenica delle Palme e poi il loro odore, i colori sgargianti dei confettini, ci accompagnavano fino al lunedì di Pasquetta in campagna dalla zia. Nonna, mamma e le due zie intente ad impastare e noi sei a fare le formine. Tutti i nipoti, piccoli e grandi, maschi e femmine, uniti intorno a quel tavolone a fare i pupi con l'uovo.
Ho molti ricordi legati a quel periodo della mia infanzia e sono tutti di armonia, di unione... poi, come tutte le belle storie d'amore, è finita. Morta la nonna sono morti anche gli intenti e l'amarezza di ciò che avevamo perduto mi ha spinto per anni a non fare più questi biscotti. Nessun odore di Pasqua ad inondare la casa. Eppure sono i primi che ricordi fatti interamente con le mie minuscole mani di allora, così quest'anno ho deciso di raccontarli, rifarli e poi di cominciare nuovamente a farli vivere nella tradizione di questa nuova piccola famiglia: il mio buongustaio merita di rammentare tradizioni legate alla casetta al marzapane e io voglio ricostruire quel dolce tepore di casa che per troppo tempo è rimasto soffuso.

Buona domenica delle Palme a tutti e che i Pupi con l'uovo rallegrino anche la vostra Pasqua!



Nota: l'impasto che ho usato è lo stesso che uso per la base dei miei buccellati, lo strutto è d'obbligo quando si parla di ricette tradizionali Siciliane. L'uovo può essere inserito nel biscotto come ho fatto io, ovvero sodo e con il guscio, sorretto da due strisce di impasto, oppure sodo e senza guscio e direttamente come farcitura del biscotto. Questa seconda versione è quella “vera” perchè il pupo con l'uovo nasce come cibo povero, pasto completo. Noi preferiamo mangiare l'uovo sodo in un momento diverso e non insieme al dolce, così nasce la rivisitazione!

Ingredienti:
1 Kg di Farina 00
300 g di Strutto
300 g di Zucchero
1 bustina di Lievito
1 Limone, la scorza grattugiata
250 g (circa) di Latte intero

Per decorare:
4 Uova sode
5 cucchiai di Zucchero a velo
1 Arancia, il succo
100 g di Codette colorate (zuccherini)



Vi racconto il “come fare”:
Disponete la farina a fontana e miscelatela con lo zucchero, la scorza di limone grattugiata, il lievito. Aggiungete lo strutto a pezzetti e iniziate ad amalgamare questo con la farina fino a creare la classica sabbiatura che si ottiene quando si prepara la pasta frolla: le polveri miscelate allo strutto si presenteranno con la consistenza di sabbia bagnata. A questo punto continuate ad impastare con l’aggiunta del latte tiepido, procedete gradatamente fino ad ottenere un impasto omogeneo. Più si lavora, più lo strutto tenderà a rilasciare l’unto rovinando l’impasto per cui, così come la pasta frolla, la lavorazione deve essere veloce. Preriscaldate il forno a 180°C e intanto stendete la pasta con il mattarello fino ad ottenere uno spessore di 1 cm. Ritagliate dalla foglia di pasta stesa una mezza luna, potete praticare dei tagli sui bordi di questa o dei decori a vostro piacimento. Con un pezzettino di pasta ricavate il manico, arrotolando l'impasto. Ponete al centro della mezza luna un uovo sodo, fermate questo con due bacchette di impasto e poi praticate dei forellini sul biscotto per non farlo lievitare più del dovuto. Aggiungete al cestino il manico e cuocete il vostro pupo con l'uovo in forno già caldo, su una placca da forno unta o ricoperta da carta da forno, per circa 20 minuti. Con le dosi indicate riuscirete ad ottenere circa 4 grossi cestini, dovesse rimanere impasto potrete tagliarlo a forma di colomba, campana o una qualsiasi altra forma in tema con la festività pasquale.
Preparate una glassa di zucchero all'arancia, che servirà per decorare i pupi con l'uovo: mettete in una tazza lo zucchero a velo e impastatelo con il succo d'arancia. Dovrete ottenere una pastella ben consistente da lavorare energicamente, e per almeno 5 minuti, con la frusta. Se lo zucchero stenta a sciogliersi, aggiungete altro succo d'arancia, viceversa se la glassa risulta troppo liquida allora aggiungete altro zucchero a velo. Cotti i biscotti e preparata la glassa, procedete con la decorazione: stendete con un pennello la glassa sui biscotti e cospargete con le codette colorate. Lasciate asciugare un paio d'ore prima di maneggiarli.



Con questa ricetta tradizionale partecipo al contest di Ambra: la mise en place. Sulla mia tavola, piatti in attesa delle portate pasquali, galline e galli recanti uova, calici protesi che attendono d'esser riempiti, una candela a forma di rosa e nel cestino Il Cestino!
Per decorare la tavola e per avere a portata di mano il dessert il mio pupo con l'uovo a forma di cestino diventa ornamento!


...questa ricetta ha partecipato ad un contest per saperne di più clicca QUI